Visitatori: 224868
Cerca la notizia:
 
homepage
tutte le notizie
il progetto
patrocini
collaborazioni
DMSM ASL FG
CSM 3 - TROIA
Centro Diurno di Troia
Centro Diurno di Deliceto
Casa Alloggio Panni
Casa Alloggio Anzano
In Volo B - ONLUS
Tutti In Volo
info|contatti
Links
Galleria (Foto di
Maria Rosa Comparato)
DOWNLOAD
L'Utopia Possibile - I
L'Utopia Possibile - II
Convegno (PDF)
Sergio Viola - Mostra
Brochure CSM3
NEWSLETTERS
Nome:

Cognome:

E-m@il:

Ho letto l'informativa sulla
Privacy
ed autorizzo tuttiugualituttidiversi.com
al trattamento
dei dati personali*
:

Iscriviti

Cancellati

   
 
 
| sono le ore 21:46 di lunedì 11 dicembre 2017 | Rss 1.0 |
 

PROGETTO “TUTTI UGUALI, TUTTI DIVERSI”

Giuseppe Pillo*
 

LA PREMESSA

Nonostante tutte le campagne informative e divulgative sullo stigma e sul pregiudizio in salute mentale, ancora oggi le persone affette da disturbo mentale, portano con loro il “marchio” devastante che questo tipo di malattia quasi impone, interpretato, di volta in volta, in via assolutamente pregiudiziale, come colpa, vergogna, maledizione, pericolosità, violenza, inaffidabilità, condanna, altro.
La parola “stigma”, infatti, dal latino “stigma –atis” e dal greco “stigma –atos”, significa “marchio, macchia, impronta, segno distintivo”. Il vocabolario della lingua italiana “Il Conciso” dell’Istituto della Enciclopedia Italiana, ne dà la seguente descrizione: “Attribuzione di qualità negative a una persona o a un gruppo di persone, soprattutto rivolta alla loro condizione sociale e reputazione”. In psichiatria rappresenta la discriminazione che le persone affette da disturbo mentale subiscono, fondata esclusivamente sul pregiudizio ed uno degli ostacoli principali all’accesso alle cure necessarie. A causa di tale connotazione, il malato si isola ancora di più, contribuendo, paradossalmente, ad alimentare ulteriormente il pregiudizio e lo stesso stigma.
Conseguenza inevitabile di tale segno distintivo è rappresentata dall’esclusione sociale di questi soggetti, fenomeno dilagante nell’attuale contesto mondiale, che non si configura in un luogo determinato, ma in un modello perverso di sviluppo che nega i diritti e le libertà dei cittadini più vulnerabili e tra questi di quelli affetti da malattia mentale.
Possono essere considerati luoghi dell’esclusione non solo gli Ospedali Psichiatrici ed i Manicomi, ma qualunque altro luogo o condizione abitativa e di vita che ostacoli il diffondersi degli scambi e delle relazioni umane.
Una delle armi per combattere il dilagare di tale cultura aberrante è rappresentata dalla capillare diffusione di una maggiore conoscenza sull’argomento e, nello specifico, da una più puntuale ed autentica divulgazione di tutto quanto ruota attorno alla malattia mentale ed alle persone che ne soffrono, attraverso canali di comunicazione soprattutto non verbali ed occasioni di “contaminazione” e di “scambi”, che fungano da avvio per l’avvio di un reale processo di trasformazione culturale.

 

L’OBIETTIVO E BREVE DESCRIZIONE DEL PROGETTO

L’obiettivo del presente progetto è quello di determinare l’avvio di un possibile cambiamento o almeno di inedite rielaborazioni e rivisitazioni della concezione che nei secoli si è venuta a stratificate sulla follia e sulle persone che in qualche modo la custodiscono, attraverso una innovativa campagna di informazione, di sensibilizzazione e di lotta allo stigma, fondata sulla creatività, sulla interazione e sulla contaminazione, con la diretta partecipazione di tali persone in carico al CSM 3 di Troia, seppur nel rispetto di tutte le garanzie del caso, al fine di evitare ogni forma di speculazione e strumentalizzazione.
Tale obiettivo verrà perseguito attraverso occasioni di incontro, di confronto di scambi e di rielaborazioni, che coinvolgeranno più attori, più risorse, più intelligenze, più sinergie, che, seppur a diverso titolo, gravitano intorno al mondo della salute mentale e dell’arte.
Nello specifico, verranno previsti alcuni incontri rivolti a 100 allievi dell’Accademia delle BB.AA. di Foggia, finalizzati al racconto della storia della follia attraverso filmati, testimonianze, role-play, ed altre metodologie didattiche interattive, con la diretta partecipazione dei protagonisti più importanti: soggetti affetti da disturbo mentale.
Successivamente, al termine di tutti gli incontri previsti, si chiederà agli allievi coinvolti di produrre proprie ed originali rappresentazioni artistiche (disegno, fotografia, spot televisivo, cortometraggio, spot radiofonico), nell’ambito di una campagna di “sensibilizzazione e di lotta allo stigma” sul disagio mentale.
Tutte le opere realizzate saranno riportate in un catalogo ed esposte nell’ambito di una “mostra diffusa” nel territorio, che si terrà nel prossimo mese di ottobre.
Infine, verrà prevista, nel mese di ottobre, una giornata conclusiva dedicata alla “Lotta allo stigma” sul disagio mentale, caratterizzata da un convegno, cui prenderanno parte esponenti del mondo della cultura, oltre ai rappresentanti dei promotori dell’intero progetto, con la divulgazione dei risultati ottenuti. Nella stessa giornata verrà organizzato l’evento “Corte dei Miracoli”, ed avverrà la campagna informativa e divulgativa delle opere più rappresentative prodotte dagli allievi, attraverso l’uso dei mass-media (TV, radio, internet, quotidiani, periodici, ecc.), che vorranno aderire all’iniziativa.


I PROMOTORI

- Centro Salute Mentale 3 di Troia dell’ASL della provincia di Foggia

- Ministero dell’Università e della Ricerca - Accademia di Belle Arti di Foggia

 

I PARTNER PRIVILEGIATI

Cooperativa Sociale “In Volo B – onlus”
Nata da un progetto Horizon cofinanziato dal F.S.E. in cui l’Ente Promotore era rappresentato dall’Azienda USL FG/3 di Foggia, attraverso il Centro di Salute Mentale (CSM) 3 di Troia, e l’Ente Attuatore dalla Società cooperativa “Futura”.
E’ finalizzata all’inserimento lavorativo di persone affette da disagio/disturbo mentale, in carico al servizio sanitario pubblico. Essa è impegnata nell’organizzazione di eventi pubblici in tutt’Italia con il marchio: “La Corte dei Miracoli. Produzioni ad Alto Contenuto Etico” finalizzati alla sensibilizzazione e disseminazione culturale oltre che alla commercializzazione di prodotti alimentari tipici a marchio proprio.

Cooperativa Sociale “Futura”
Impegnata da oltre 15 anni nella gestione di strutture residenziali e semiresidenziali di riabilitazione psichiatrica nell’ambito territoriale dell’ex ASL FG/3. Da numerosi anni persegue percorsi innovativi per l’inclusione sociale di soggetti affetti da disturbo mentale, individuando nell’inserimento lavorativo uno degli interventi fondamentali per favorire il reale accesso ai diritti di cittadinanza.

Associazione Alternativa Arte
Impegnata da numerosi anni nella promozione di manifestazioni artistiche in tutte le sue forme.

Associazione “Tutti in volo”
Nata dalla medesima esperienza comunitaria della coop. In volo b, è finalizzata, tra l’altro, alla realizzazione di interventi nell’ambito dell’attività di risocializzazione e del sostegno alle persone ammalate ed ai loro familiari.

Cooperativa Sociale “Demos” – Trieste
E’ finalizzata all’inserimento lavorativo di persone affette da disagio/disturbo mentale, in carico al servizio sanitario pubblico.

Associazione A.M.A. “Club Zyp” - Trieste
Associazione di persone affette da disturbo mentale, finalizzata, tra l’altro, alla individuazione di percorsi di emancipazione e di autodeterminazione, attraverso interventi di risocializzazione e di sostegno.

 

I FINANZIATORI

Regione Puglia
ASL FG
Provincia di Foggia
Comune di Foggia
Comune di Troia
Fondazione Siniscalco Ceci
Fondazione “Caripuglia”
Comunità Montana “Monti Dauni Meridionali”
GAL Meridaunia

 

I PATROCINI OTTENUTI

Messaggio da parte del Presidente della Repubblica
Ministero della Salute
Ministero delle Politiche Sociali
Ministero dell’Università e delle Ricerca Scientifica (in itinere)
Università di Foggia
Dipartimento Salute Mentale di Trieste
Forum Nazionale Salute Mentale
UNASAM (Unione Nazionale delle Associazioni per la Salute Mentale)

 

I MEDIA DA COINVOLGERE

- Emittenti radiofoniche e televisive
- Carta Stampata: quotidiani, settimanali, periodici
- Internet

Compito: Verrà richiesta la disponibilità a pubblicare gratuitamente, in occasione della giornata-evento individuata, le opere artistiche più rappresentative ed a seguire e offrire il maggiore risalto possibile alle varie fasi dell’intero progetto.

 

LE AZIONI SVOLTE E DA SVOLGERE
a. Realizzazione di un sito internet dedicato: www.tuttiugualituttidiversi.com
b.
Organizzazione di una conferenza stampa di presentazione del progetto complessivo svolta il 17 marzo 2007.
c. Coinvolgimento ed individuazione dei media che vogliono aderire all’iniziativa.
d.
N. 3 incontri con gli studenti dell’Accademia, finalizzati al racconto della storia della follia ed alla diversa considerazione che, nel tempo, ha avuto il malato di mente. Metodologia prevista: presentazione di filmati, testimonianze, role-play, ed altre metodologie didattiche interattive.
Previsione di alcuni momenti di “contaminazione” tra gli studenti e gli utenti in carico al CSM3.
Date degli incontri svolti:
24.03.2007; 28.03.2007; 03.04.2007; 12.04.2007; 13.04.2007; 16.04.2007; 23.04.2007.
e.
Invito agli studenti “formati-contaminati” a rappresentare una campagna informativa e divulgativa di “sensibilizzazione e di lotta allo stigma sul disagio mentale”, attraverso la realizzazione di una propria opera artistica originale (disegno, fotografia, spot radiofonico, spot televisivo, volantino, DPF per internet, altro).
Numero opere realizzate dagli allievi: 70

f.

Realizzazione di un catalogo artistico nel quale saranno riportati tutti gli elaborati prodotti dagli allievi ed illustrato in occasione della giornata conclusiva del progetto.
g. Organizzazione, nel mese di ottobre, della GIORNATA DI SENSIBILIZZAZIONE E DI LOTTA ALLO STIGMA SUL DISAGIO MENTALE ATTRAVERSO L’ARTE, che prevederà:
 
-
Convegno Internazionale del 22.10.2007 : TUTTI UGUALI, TUTTI DIVERSI ovvero conoscimi come persona, non attraverso la mia malattia mentale, finalizzato ad offrire una riflessione sul significato dell’intero progetto ed alla diffusione dei risultati della ricerca, con la partecipazione di rappresentanti del mondo della riabilitazione psichiatrica e dell’arte, che si svolgerà presso la sala del Tribunale della Dogana del palazzo della Provincia di Foggia.
-
Mostra diffusa espositiva delle opere realizzate dagli allievi dell’Accademia, che raggiungerà le istituzioni pubbliche e private più rappresentative disseminate sul territorio di riferimento.
-
Evento denominato “Corte dei Miracoli”, del 21.10.2007 da organizzare in piazza Cattedraleo della città di Foggia, con la presenza di stand espositivi di manufatti realizzati da associazioni e cooperative regionali e nazionali di settore, oltre a rappresentazioni teatrali e musicali di piazza.
-
Realizzazione di un catalogo per la pubblicazione delle oltre 70 opere realizzate dagli allievi dell’Accademia di BB.AA. di Foggia.
-
Campagna di sensibilizzazione e di lotta allo stigma sul disagio mentale attraverso l’arte, con la presentazione delle opere prodotte, nell’ambito di spazi concessi dai media che hanno dato la loro adesione, oltre che sul sito internet appositamente predisposto.
 

*Direttore CSM 3 di Troia, ASL FG, Foggia
 
  Rss 1.0 Notiziario