Visitatori: 224879
Cerca la notizia:
 
homepage
tutte le notizie
il progetto
patrocini
collaborazioni
DMSM ASL FG
CSM 3 - TROIA
Centro Diurno di Troia
Centro Diurno di Deliceto
Casa Alloggio Panni
Casa Alloggio Anzano
In Volo B - ONLUS
Tutti In Volo
info|contatti
Links
Galleria (Foto di
Maria Rosa Comparato)
DOWNLOAD
L'Utopia Possibile - I
L'Utopia Possibile - II
Convegno (PDF)
Sergio Viola - Mostra
Brochure CSM3
NEWSLETTERS
Nome:

Cognome:

E-m@il:

Ho letto l'informativa sulla
Privacy
ed autorizzo tuttiugualituttidiversi.com
al trattamento
dei dati personali*
:

Iscriviti

Cancellati

   
 
 
| sono le ore 21:49 di lunedì 11 dicembre 2017 | Rss 1.0 |
Progetto Sportiva...mente l’integrazione sociale attraverso gli scambi IV Torneo Internazionale di calcio La Corte dei Miracoli mercato della partecipazione FOGGIA 20 (venerdì) aprile 2012 TROIA, 26-29 (gio-dom) aprile 2012
Il progetto ha ottenuto nelle prime 3 edizioni il Premio di Rappresentanza da parte del Presidente della Repubblica, attraverso il riconoscimento di una medaglia.
03/04/2012 | letto [ 2276 ]
 
Il logo della manifestazione

La premessa

Il progetto "SPORTIVA...MENTE" approda alla sua IV edizione, sempre con gli stessi intenti e gli stessi obiettivi che possono sostanziarsi nel contrasto allo stigma ed alla discriminazione sulla malattia mentale e sulle persone affette. Conseguenza di tale paradigma è l'esclusione sociale, fenomeno dilagante nell'attuale contesto mondiale, che nega i diritti e le libertà delle persone tra le più vulnerabili, quali quelle affette da disagio/disturbo mentale. Ulteriore conseguenza di questo meccanismo perverso è rappresentato dalla sistematica esclusione di tali soggetti anche dal mondo del lavoro e della produzione, riproducendo dipendenza, mancata affermazione sociale, disabilità.
Nell'ambito dei programmi di contrasto a tale cultura disumana, Il Centro Salute Mentale di Troia, in collaborazione con altri soggetti, vuole promuovere questa IV edizione del progetto, rivolto alla sensibilizzazione dell'intera collettività su tali questioni ed alla promozione di processi di integrazione sociale di persone affette da disagio mentale attraverso lo scambio, di idee, emozioni, storie, esperienze, sensazioni, prodotti, partecipazioni, identità.
Tra le varie iniziative, è previsto il coinvolgimento di alcuni istituti scolastici al fine di tentare di rompere, tra gli studenti, il muro del pregiudizio e della diffidenza nei confronti di qualunque forma di diversità, ed in particolar modo della malattia mentale e delle persone affette. Verranno, inoltre, coinvolti anche rappresentanti delle forze dell'ordine (VV.UU., CC, Polizia di stato), che molto spesso conoscono gli utenti solo durante interventi di urgenza o di attuazione del TSO.
E' previsto, ancora, un torneo internazionale di calcio, cui prenderanno parte numerose rappresentanze nazionali ed internazionali di operatori e fruitori dei servizi di tutela della salute mentale, studenti degli istituti scolastici coinvolti, rappresentanti delle forze dell'ordine e migranti.
Il calcio, infatti, se interpretato in modo autentico, e quello dilettantistico può farlo, è uno sport dalle forti connotazioni solidaristiche e di inclusione, oltre ad essere facilmente praticabile. Può essere esercitato in qualunque luogo; non necessita di attrezzature particolari: richiede esclusivamente un pallone ed uno spazio libero; non occorrono competenze specifiche: può essere giocato da tutti; esalta lo spirito di gruppo; facilita lo scambio di identità. E poi la partecipazione, la sana competizione, l'impegno, il sacrificio, il gioco di squadra, le ammonizioni, le attese, le frustrazioni, la determinazione, l'accettazione della sconfitta, tutte caratteristiche tipiche di questa pratica sportiva, ma anche aspetti appartenenti al vissuto quotidiano di ogni persona. necessari ed indispensabili per una sana crescita.
Infine, verrà organizzata una edizione de "La Corte dei Miracoli - mercato della partecipazione e degli scambi", con il coinvolgimento di cooperative sociali di tipo B, di Associazioni e di Aziende del settore dell'agro-alimentare e dell'artigianato, nell'ottica della promozione di un modello di mercato che persegua lo sviluppo etico e sostenibile del territorio. In tale modello di sviluppo, l'offerta da parte di soggetti deboli che utilizzano manodopera proveniente dalla diversità, assume pari dignità di quella di produttori più forti all'interno di un sistema che tuteli e garantisca la partecipazione di tutti, bandendo sofisticati meccanismi di competizione, che purtroppo continuano ad inquinare l'attuale modello di mercato dominante.

 

I Promotori

ASL FG - Centro Salute Mentale di Troia
con:
Associazione di volontariato "Tutti in Volo-Onlus"
ANPIS (Associazione Nazionale Polisportiva per l'Integrazione Sociale) - Regione Puglia
Comune di Troia

Le Collaborazioni previste

Centro Diurno "Arcobaleno" - Deliceto
Centro Diurno "Itaca" - Troia
Cooperativa sociale "In Volo B" - Troia
Associazione "Club Zyp" - Trieste
Associazione "Arià" - Trieste

L'organizzazione e il coordinamento

Associazione di volontariato "Tutti in Volo-Onlus" - Troia

I patrocini da richiedere

Presidenza della Repubblica
Ministero della Salute
Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali
Regione Puglia
Provincia di Foggia
Università di Foggia
Università di Bari - Dipartimento delle scienze neurologiche e psichiatriche
Dipartimento Salute Mentale di Trieste
Società Italiana di Psichiatria Sociale
AIRSAM (Associazione Italiana Residenze per la Salute Mentale)
UNASAM (Unione Nazionale delle Associazioni per la Salute Mentale)
Forum Nazionale Salute Mentale
G.A.L. "Meridaunia" - Bovino (FG)
U.S. Foggia
UISP (Unione Italiana Sport per Tutti)

 

GLI EVENTI

1. Il coinvolgimento del mondo della scuola

L'obiettivo fondamentale di tale azione è rappresentato da una campagna di sensibilizzazione e di lotta allo stigma ed alla discriminazione sul disagio mentale, attraverso la promozione di processi di integrazione sociale e di contaminazione.
In tal modo si tenterà di divulgare tra gli adolescenti la cultura dell'accoglienza, dell'accettazione, del rispetto di qualunque forma di diversità, da riscoprire come risorsa da valorizzare piuttosto che ostacolo da affrontare.
Verranno coinvolti per tale azione i seguenti istituti scolastici:

- Liceo Socio-psico-pedagogico "C.Poerio" - Foggia
- Istituto Professionale di Stato per i Servizi Alberghieri e la
Ristorazione - Convitto Bonghi Lucera

Verranno strutturati più momenti:

a. L'intervento psico-educativo

Saranno previsti per ciascun istituto e di comune accordo, 3 incontri distribuiti durante tutto l'anno scolastico.
La giornata tipo di ciascun incontro sarà divisa in due parti.
La prima sarà caratterizzata da proiezioni video da vedere tutti insieme (studenti, operatori e fruitori del Centro Salute Mentale, familiari, volontari), con momenti di riflessione alternati a discussioni, ascolto di esperienze dirette raccontate dai familiari e dagli utenti.

Il programma degli incontri

I incontro: 18.01.2012 presso l'Istituto alberghiero "Bonghi" - Lucera
06.03.2012 presso il liceo socio-psico-pedagogico "C. Poerio" - Foggia
Argomento: presentazione agli studenti della realtà maniconiale e dell'internamento con particolare attenzione alla problematica dello stigma. Il Trattamento Sanitario Obbligatorio.
Proiezione audiovisivi.

II incontro: 15.02.2012 presso l'Istituto alberghiero "Bonghi" - Lucera
15.03.2012 presso il liceo socio-psico-pedagogico "C. Poerio" - Foggia
Argomento: descrizione del cambiamento culturale, legge Basaglia e conseguenti cambiamenti prodotti nella gestione dei pazienti affetti da malattie mentali.
Proiezione audiovisivi.

III incontro: 14.03.2012 presso l'Istituto alberghiero "Bonghi" - Lucera
20.03.2012 presso il liceo socio-psico-pedagogico "C. Poerio" - Foggia
Argomento: I cambiamenti ottenuti nel tempo. Il progetto "Sportiva...mente". Il progetto "Cont...orti".
Proiezione audiovisivi.

b. La contaminazione

La seconda parte della giornata invece sarà dedicata alla "contaminazione" dei soggetti coinvolti attraverso lo svolgimento di attività di laboratorio svolte in piccoli gruppi e finalizzate al "fare insieme", con l'obiettivo di favorire processi e percorsi di integrazione, oltre lo scambio delle identità, di fondamentale importanza nelle pratiche di riabilitazione psicosociale..
Nel corso dell'incontro verrà costituito un gruppo di coordinamento, formato da una rappresentanza degli studenti e dei docenti presenti, per definire l'ulteriore coinvolgimento delle scuole nei successivi eventi progettuali.

d. Il buffet

Nel corso dell'ultimo incontro tutti i partecipanti saranno invitati al buffet organizzato per condividere insieme un ulteriore momento di integrazione sociale:
- a cura dell' Istituto Professionale di Stato per i Servizi Alberghieri e la Ristorazione - Convitto Bonghi Lucera, per l'intervento psico-educativp che lo vede coinvolto;
- a cura del C.D. di Deliceto per l'intervento previsto nell'altro istituto.

c. La partecipazione agli eventi progettuali

In occasione della presentazione del progetto, saranno previsti tra gli altri, 3 interventi a cura di un rappresentante degli studenti per ciascun istituto e dei rispettivi dirigenti scolastici, per raccontare, dal proprio punto di vista, le suggestioni vissute e le sollecitazioni avute nel corso dell'intervento psicoeducativo realizzato a scuola.
Inoltre, verranno individuati, con gli studenti ed i docenti, i momenti e le modalità di una loro concreta partecipazione alle varie azioni progettuali (incontri calcistici, Corte dei Miracoli, accoglienza, manifestazioni di piazza, altro).
In tal modo si offrirà al gruppo target l'opportunità di continuare a sperimentare, dopo i 3 incontri svolti in precedenza, un contatto diretto e non mediato con le persone affette da disagio psichico, al fine di offrire momenti di conoscenza e di riflessione sui tanti pregiudizi che sono ancora molto diffusi e radicati nei confronti della malattia mentale e delle persone affette.

2. Il coinvolgimento delle forze dell'ordine

Gli incontri previsti negli istituti scolastici di Foggia, saranno caratterizzati., in via sperimentale, dal coinvolgimento di esponenti appartenenti alle forze dell'ordine (VV.UU., polizia di stato e carabinieri) che, molto spesso conoscono gli utenti esclusivamente in occasione delle procedure per l'attuazione di ricoveri coatti (TSO), o per azioni violente denunciate da familiari, vicini di casa, cittadini comuni.
L'idea alla base di tale coinvolgimento, è quella di offrire loro l'opportunità di conoscere gli utenti come "persone", con le loro storie di vita, le biografie, le debolezze, i pregi, i sogni, le aspirazioni, e non attraverso la malattia da cui sono affette.
Verranno previste le seguenti partecipazioni:

1. Partecipazione ad un ciclo di incontri previsti in uno degli istituti scolastici;
2. Partecipazione al corteo di presentazione del progetto;
3. Partecipazione al torneo di calcio
4. Partecipazione alla "Corte dei Miracoli", con l'eventuale allestimento di uno stand dedicato

3. La Conferenza stampa

Il 20 aprile, alle ore 11,00, presso la sala riunioni della Direzione Generale dell'ASL FG, si terrà una conferenza stampa, con la presentazione del progetto ai media da parte dei soggetti promotori.

4. La giornata dell'accoglienza

Il 26 aprile, alle ore 16,00, per il corso principale della città di Troia sfilerà il corteo costituito da tutti i partecipanti convenuti. Successivamente, presso il cineteatro il "Pidocchietto", alle ore 17,30 ci sarà la cerimonia inaugurale dedicata all'accoglienza di tutti i partecipanti provenienti dall'Italia, dall'Europa e da paesi extracomunitari, alla presenza dei rappresentanti del mondo delle istituzioni, del no-profit e del volontariato, aperto all'intera cittadinanza.
Nel corso della cerimonia saranno effettuati i sorteggi e la composizione dei gironi per il torneo di calcio.
Eventuale buffet per i partecipanti.

5. La personale di pittura dell'artista Sergio Viola

Dal 20 al 29 aprile, a Troia, presso la sala del Museo Civico adiacente al comune, ci sarà la personale di pittura dell'artista Sergio Viola da Troia, che verrà inaugurata il 20 aprile, dopo la conferenza stampa.

6. II Torneo Internazionale di calcio

Il 27 e 28 aprile si svolgerà presso lo stadio comunale di Troia, un torneo internazionale di calcio, con la partecipazione di gruppi sportivi provenienti da diverse regioni d'Italia, oltre a gruppi sportivi provenienti dall'Europa, costituiti da operatori e fruitori dei servizi di tutela della salute mentale con i loro familiari ed uno costituito da migranti.
I gruppi a cui verrà richiesto di partecipare sono:
- G.S. "Scuteri" - Albania
- G.S. "Lintz" - Austria
- U.P.C. "St. Camillus", Bierbeek - Belgio
- F.C. "Oxford" - Inghilterra
- G.S. "Migranti" - Marocco e Nigeria
- G.S. "Megallo" - Ungheria
- Ass. "Allenamente", Campobasso (CB)
- Ass. "Happy Sport", Modena (MO)
- Ass. "Va Pensiero", Parma (PR)
- Coop. "Anthropos", Bitonto (BA)
- G.S. "EPASS", Monopoli (BA)
- G.S. "CSM Brindisi", Brindisi (BR)
- Coop. "Città solidale", Latiano (BR)
- G.S. "Itaca", Troia (FG)
- G.S. "Tutti in palla", Foggia (FG)
- Ass. "Alba", Manduria (LE)
- G.S. "CSM Massafra", Massafra (TA)
- G.S. Forze dell'ordine
- G.S. Studenti
- G.S. Migranti
La premiazione di tutti i partecipanti ed il saluto finale dell'arrivederci alla prossima edizione, avverrà sabato 28 aprile in occasione della "Corte dei Miracoli". alla presenza di rappresentanti delle istituzioni pubbliche e del mondo dell'associazionismo e dello sport.

7. La "Corte dei Miracoli" ed il coinvolgimento della cittadinanza

Il 28 aprile, alle ore 18,00, a Foggia, in Corso Vittorio Emanuele (isola pedonale), è prevista la manifestazione "La Corte dei Miracoli", già realizzata in altre occasioni, luogo di incontri, di partecipazione e di scambi di cose, idee, cultura, valori, oggetti, sentimenti, emozioni, per l'inclusione sociale di tutti e la valorizzazione della diversità.
E' previsto il coinvolgimento di cooperative sociali di tipo B, che inseriscono nel mondo del lavoro persone affette da disagio/disturbo mentale, di Associazioni e di piccole aziende, regionali e nazionali, di prodotti tipici dell'artigianato e della gastronomia, nell'ottica della promozione di un modello di mercato che ha l'obiettivo di perseguire lo sviluppo etico e sostenibile del territorio, oltre che di consentire la visibilità a soggetti deboli che utilizzano manodopera proveniente dalla diversità.
Essa rappresenta un'inedita formula di mercatino itinerante che, attraverso l'animazione di piazza e la proposta di spettacoli musicali, persegue la sensibilizzazione e l'informazione sulle tematiche dell'esclusione sociale.
Rappresenta, inoltre, un contenitore in cui lo spettacolo, l'informazione, la creatività e la commercializzazione di prodotti, danno vita, attraverso un particolare equilibrio armonico, al caratteristico modo di vivere e proporre l'impresa sociale.
Il senso dell'"abitare la terra", del "fare festa e cultura", dello "scambio" e del "mercato", verrà in tal modo, interpretato anche da coloro che sono normalmente esclusi dai circuiti produttivi e commerciali.
Si esibiranno per l'occasione artisti di strada, gruppi musicali e teatrali.
Verrà coinvolta l'intera cittadinanza, con particolare riguardo al settore dell'infanzia, dell'adolescenza e dei giovani, individuati come gruppi target primari, attraverso l'offerta di piccoli gadget e tecniche di contaminazione sociale.
Eventuale buffet in piazza a base della migliore tradizione della gastronomia locale.

8. Il programma sociale

Per tutti i partecipanti è previsto un programma socio-culturale con visite guidate a monumenti e centri storici del territorio circostante.

9. Il coinvolgimento dell'Università di Foggia

L'evento prevede la richiesta di patrocinio anche dell'Università di Foggia e il coinvolgimento, attraverso propri docenti del settore, nell'intervento psico-educativo rivolto agli studenti degli istituti scolastici individuati, oltre che in altre azioni progettuali. Attraverso questa partecipazione sarà possibile proporre, nel concreto, in alternativa al modello manicomiale di assistenza psichiatrica, quello territoriale, che prevede tra l'altro il coinvolgimento di più soggetti, di più risorse, di più intelligenze, di più contesti, nell'ottica di perseguire l'inclusione sociale di tutti.
I vari contenuti formativi proposti e le varie partecipazioni, inoltre, potranno svolgere anche la funzione di vera e propria campagna di sensibilizzazione e di lotta allo stigma ed alla discriminazione sul disagio mentale. L'utilizzo della pratica della contaminazione e della full-immersion, che vedranno il costante contatto diretto tra gli studenti, persone affette da malattia mentale ed operatori, potrà fungere da sprono nel possibile avvio del processo di cambiamento delle opinioni che gli stessi studenti hanno sulla malattia mentale e sulle persone affette.

10. Il coinvolgimento di media

In occasione dei vari momenti dell'intera manifestazione, emittenti radiofoniche e televisive, carta stampata ed internet, opportunamente coinvolte, faranno da cassa di risonanza alle azioni realizzate, promuovendo ed informando l'opinione pubblica sui vari avvenimenti e sulle finalità dell'intero progetto, trasmettendo una serie di servizi e di approfondimenti, a testimoniare che i mezzi d'informazione, se utilizzati con autenticità ed attenzione possono contribuire ad abbattere le barriere sociali nei confronti delle persone affette da malattia mentale, migliorando di conseguenza la loro qualità di vita.

L'ideatore dl progetto
Giuseppe Pillo

S.E.
 
Stampa Torna Indietro
Avviso: Tutti i diritti sono riservati. La riproduzione e l'utilizzazione (anche parziale) degli articoli, delle immagini, delle foto e di tutto il materiale pubblicato da sistemi-energetici.it, è riservata e non può avvenire senza espressa autorizzazione dell'editore.
 
 
 
 
  Rss 1.0 Notiziario